Assemblea di condominio: come si fanno le convocazioni?

Capita spesso che le convocazioni per le assemblee di condominio vengano fatte in modo un po’ sbrigativo, senza rispettare le regole previste dalla legge. L’esigenza di procedere rapidamente e di evitare i costi e le lungaggini dell’invio delle raccomandate induce molti amministratori a convocare i condomini via mail o addirittura con avvisi affissi nelle bacheche.…Continua la lettura di Assemblea di condominio: come si fanno le convocazioni?

Affidamento condiviso e collocamento del minore presso un genitore

Dell’affidamento condiviso ho già scritto in passato, ma, visto che è un argomento sempre molto attuale, vale la pena tornarci su. Del resto, la concreta attuazione dell’affidamento condiviso causa spesso tensioni e discussioni fra i genitori, tensioni e discussioni che molte volte traggono origine da un fraintendimento: l’idea che affidamento condiviso voglia dire che il…Continua la lettura di Affidamento condiviso e collocamento del minore presso un genitore

La costruzione realizzata su un terreno di proprietà esclusiva di un coniuge cade in comunione?

Cosa succede se due coniugi in comunione dei beni decidono di costruire una casa su un terreno che appartiene solo ad uno solo dei due? L’altro coniuge diventa proprietario della casa? La risposta ce la fornisce l’art. 934 c.c. ed è negativa. Infatti, questo articolo del codice civile prevede che il proprietario del suolo acquista…Continua la lettura di La costruzione realizzata su un terreno di proprietà esclusiva di un coniuge cade in comunione?

Il mediatore che non segnala l’esistenza di un’ipoteca non ha diritto alla provvigione

Quando si tratta di vendere o comprare un immobile sono molti quelli che preferiscono affidarsi ad un’agenzia, ritenendo che ciò garantisca loro una maggiore affidabilità dell’affare. Anche la Corte di Cassazione è dello stesso avviso. Infatti, nell’affrontare il caso di una donna, che lamentava di non essere stata informata dal mediatore dell’esistenza di un’ipoteca sull’immobile…Continua la lettura di Il mediatore che non segnala l’esistenza di un’ipoteca non ha diritto alla provvigione

Locazioni commerciali: il recesso del conduttore per gravi motivi

Un paio di settimane fa avevo parlato della facoltà delle parti che sottoscrivono un contratto di locazione commerciale di prevedere un termine di recesso diverso da quello di 6 mesi previsto dall’art. 27 della legge n.392/78. Oggi voglio invece soffermarmi sull’ultimo comma di tale articolo, che prevede: “Indipendentemente dalle previsioni contrattuali il conduttore, qualora ricorrano…Continua la lettura di Locazioni commerciali: il recesso del conduttore per gravi motivi

Sinistri stradali: il CID è decisivo?

Molti automobilisti ritengono che il modulo CAI (constatazione amichevole di incidente), il cosiddetto CID, sia un documento decisivo ai fini del risarcimento, soprattutto quando uno dei soggetti coinvolti si riconosca responsabile dell’incidente. In realtà, non è sempre così. Con l’ordinanza n.25770/19 del 14 ottobre, la Corte di Cassazione ha infatti espresso un principio molto chiaro:…Continua la lettura di Sinistri stradali: il CID è decisivo?

I nonni devono contribuire al mantenimento dei nipoti?

Purtroppo succede spesso che coppie senza lavoro o mal pagate non siano in grado di mantenere i loro figli e chiedano aiuto ai nonni, i quali mettono quindi a disposizione parte dei loro stipendi o delle loro pensioni. Di solito questo aiuto economico viene dato in modo assolutamente volontario; ci sono però dei casi nei…Continua la lettura di I nonni devono contribuire al mantenimento dei nipoti?

Il termine di recesso per i contratti di locazione commerciale

Il termine previsto dalla legge per comunicare il recesso da un contratto di locazione commerciale è di sei mesi. Il comma 6 dell’art. 27 della legge n.392/78 dispone infatti: “È in facoltà delle parti consentire contrattualmente che il conduttore possa recedere in qualsiasi momento dal contratto dandone avviso al locatore, mediante lettera raccomandata, almeno sei…Continua la lettura di Il termine di recesso per i contratti di locazione commerciale

Contratto di comodato e convivenza di fatto

Il contratto di comodato a tempo indeterminato, con il quale un immobile viene messo a disposizione dal proprietario per soddisfare le esigenze abitative di una famiglia, viene meno se vengono meno quelle esigenze familiari. Qualche tempo fa un uomo aveva concesso in comodato gratuito al figlio ed alla convivente more uxorio un appartamento, al fine…Continua la lettura di Contratto di comodato e convivenza di fatto

Separazione: se i genitori hanno idee religiose diverse bisogna ascoltare il minore

Tra le tante questioni che possono porsi in caso di separazione o divorzio c’è anche quella relativa all’educazione religiosa dei figli. Cosa succede se i due genitori hanno idee diverse? Il bambino deve ricevere gli insegnamenti di entrambe le religioni o bisogna sceglierne una? Il 30 agosto scorso la Corte di Cassazione (ordinanza n.21916/19) si…Continua la lettura di Separazione: se i genitori hanno idee religiose diverse bisogna ascoltare il minore